750x500
20 APRILE 2024

Mutui, perché è un buon momento per comprare la casa a rate

Comprare casa nel 2024 conviene, ti spiego perchè 

Sono diversi gli interrogativi che accompagnano chi si appresta a comprare casa. Uno tra tutti: è il momento giusto? Condizioni di mercato, progetti di vita, prezzi degli immobili: le variabili da valutare sono tante e rimandare sembra spesso una soluzione prudente. Uno scenario che caratterizza anche chi si prepara al passaggio dall’affitto all’acquisto.

 Ad aumentare i dubbi sull'acquisto contribuisce il possibile taglio dei tassi di interesse da parte della Banca Centrale Europea, che potrebbe arrivare già a giugno secondo gli analisti. È bene quindi prendere tempo e continuare a guardarsi intorno oppure se trovi un’abitazione che ritieni ideale puoi già pensare di accendere un mutuo? 

Tasso fisso e tasso variabile

Ago della bilancia potrebbe essere la tipologia di tasso scelto. Per gli esperti, il fisso non dovrebbe riservare sorprese fino alla fine dell’anno, perché già particolarmente conveniente. Ne parlo più approfonditamenbte nell'articolo che trovi qui. Qualche novità, invece, potrebbe esserci sul fronte del variabile.

I mutui a tasso fisso oggi sono più convenienti perchè il costo del denaro è già più basso. Tuttavia anche i tassi variabili inizieranno a calare nel breve termine. Se infatti i mutui a tasso variabile oggi costano circa il 5%, dicono gli esperti, tra un paio di anni potrebbero arrivare al 3,5%.

Cosa incide quindi sulla scelta di accendere un mutuo?

A incidere saranno fattori diversi, come l’entrata in vigore della normativa europea sulla riqualificazione degli immobili, o le offerte stagionali degli istituti di credito. Tutti fattori che incideranno però in maniera lieve sui mutui.

Conclusione? Se hai voglia e possibilità di acquistare casa, questo è un buon momento. Non sono attesi cali drastici del costo del denaro e il mercato dei mutui a tasso fisso sta già scontando i possibili tagli della Banca centrale europea.



 

Altri fattori da considerare prima di aprire un mutuo

A monte di tutto ciò, chi si trova davanti alla scelta di passare da affittuario a proprietario di un immobile dovrebbe considerare anche il fattore della stabilità. Se il mutuo può essere vantaggioso su un orizzonte temporale di almeno cinque anni, la possibilità di cambiare città o abitazione in funzione dei propri progetti di vita in un arco temporale inferiore rende l’affitto una soluzione da valutare con maggiore interesse.

La grande differenza tra le due opzioni è rappresentata dal vincolo imposto al capitale, con l’anticipo del 20% della quota necessaria per l’acquisto della casa, previsto dalla maggior parte delle offerte di mutuo.

Correlati

Altri articoli che ti potrebbero interessare
Consulenti immobiliari di fiducia dal 1948